COSA VEDERE A MILANO IN POCO TEMPO

Nebbia e gente con la puzza sotto al naso?
Devo ammettere di aver sprecato parecchio tempo a giudicare Milano con i paraocchi, continuando a ribadire che non si trattasse solo di un mio pregiudizio. Forse perché inconsciamente cercavo di difendere la mia Roma, che ormai sta diventando quasi indifendibile per cause di forza maggiore, e che di bello ha ormai soltanto la bellezza. Eterna, certo, e che non è poco starete pensando. Ma questa volta metterò da parte l’orgoglio per riconoscere che forse anche Milano poi così male non è. Pulita, ordinata, i mezzi funzionano, ci sono ben quattro linee di metro che coprono la superficie della città per intero. Certo sono tutti presupposti di poco conto, che ti fanno partire però con il piede giusto ogni mattina. Forse è l’unica città italiana realmente proiettata verso l’Europa.
E’ possibile girare il centro tranquillamente in un solo pomeriggio. Noi siamo arrivate alla stazione di Porta Garibaldi, quindi la nostra prima tappa non poteva che essere piazza Gae Aulenti, immediatamente fuori la stazione. Proprio qui si erge l’Unicredit Tower, a mio parere il più bel grattacielo d’Italia, e da qui a pochi passi vale la pena dare un’occhiata al Bosco Verticale, ottima trovata architettonica che ben si sposa con gli ideali green molto in voga nel capoluogo lombardo.

UNICREDIT TOWER MILANO

BOSCO VERTICALE MILANO

A pochi passi si incontra Corso Como, molto noto perché è qui che si concentrano alcuni tra i più celebri locali della movida milanese. Inoltre al civico 10 non potete perdervi lo store di Carla Sozzani, (10CorsoComo per l’appunto), dove moda, design, arte e cibo si intrecciano perfettamente dando vita ad un’atmosfera sofisticata degna del trendsetter milanese.

A Milano tutto è davvero a portata di mano, ed in una mezz’ora di cammino, lasciando Corso Como e proseguendo su Corso Garibaldi troviamo Parco Sempione, all’interno del quale è situato il Castello Sforzesco. A pochi passi da quest’ultimo si incontrano prima il Teatro alla Scala e poi il Duomo.

DUOMO MILANO

Piazza Affari

Piazza Affari

Castello Sforzesco

Castello Sforzesco

Dopo aver passeggiato tra le vie che circondano il Duomo e che compongono il quadrilatero della moda potete prendere il tram numero 3: con poche fermate vi porterà ai Navigli, zona della movida per eccellenza (mi raccomando, è d’obbligo qui il classico aperitivo).  Altro punto di ritrovo di giovani, studenti e non, sono le colonne di San Lorenzo, per raggiungere le quali basta risalire verso il centro, sempre con poche fermate di tram.

NAVIGLI MILANO

COLONNE DI SAN LORENZO MILANO

Dunque, due giorni trascorsi in un’atmosfera assolutamente piacevole sono più che sufficienti per girare l’intera città. Insufficienti se si vuole godere dell’ampia offerta museale, che soprattutto per gli appassionati richiederà sicuramente del tempo in più.

Piccola nota dolente da spendere a sfavore dell’Expo: sarà stata colpa delle mie elevatissime aspettative, ma ho trovato l’evento decisamente mal organizzato, il contenuto dei padiglioni davvero inconsistente e soprattutto il cibo degli stand di pessima qualità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...